venerdì 10 dicembre 2010

SALMONE ALLE ROSE

Questa è la rivisitazione di una ricetta letta tempo fa su una rivista. Mi aveva colpito per la sua eleganza e per l'abbinamento dei sapori. In questa ricetta si devono preparare le cipolline in agro dolce come da post del 28/10/2010.

Salmone alle rose


Con questa ricetta partecipo al Contest di  La renna in cucina - Controcorrente


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di  La cucina di Antonella - Menù di Natale
INGREDIENTI (per 4 persone)

4 pezzi di filetto di salmone fresco da ca. 120-150 g l'uno
2 bicchieri di vino bianco secco
3 dl di fumetto di pesce
100 g di burro
1 cucchiaio di farina bianca
300 g di cipolline bianche piccole (borrettane)
½ litro di acqua
1 dl di aceto di lampone (o di mele)
2 cucchiai di zucchero semolato
1 foglia di alloro
Sale e pepe
2 rose rosa
1 bocciolo di rosa per ogni commensale donna


PREPARAZIONE

Da post del 28/10/2010.
Se non le avete acquistate già pulite (nei supermercati si trovano), pulire le cipolline.
In una padella mettere l'acqua, l'aceto, lo zucchero, un pizzico di sale, qualche grano di pepe, la foglia di alloro ed aggiungere le cipolline.
Fare cuocere fino a quando il liquido non sarà completamente assorbito.
Controllare bene verso fine cottura che le cipolline non si attacchino.
Una volta cotte frullarle insieme con metà del burro ed i petali delle due rose.
In una padella fare bollire il fumetto di pesce con il vino e fare cuocere i filetti di salmone per 3-4 minuti. Scolarli e tenerli al caldo.
Unire al liquido di cottura del salmone il cucchiaio di farina setacciato e l'altra metà del burro.
Salare, pepare e fare addensare mescolando bene.
Quando raggiungerà una consistenza cremosa versare sul fondo del piatto, appoggiare il filetto di salmone, coprire la superficie superiore del filetto con la salsa di cipolle alla rosa.
Ai piatti delle signore aggiungere un bocciolo di rosa.

VINO CONSIGLIATO

Prosecco di Valdobbiadene Brut - Jeio di Bisol Desiderio e Figli

Anni fa in un locale della Valdobbiadene mi hanno servito il prosecco versandolo prima in una caraffa e lasciandolo riposare una decina di minuti. Da allora per me il prosecco si beve così.

Stampa il post

5 commenti:

  1. Ciao. passo sul tuo blog e ho già fame nonostante l'ora. :) e questo salmone alle rose mi stuzzica in maniera particolare. poi, è gentile l'idea di mettere un bocciolo nei piatti delle signore.
    complimenti per il blog che da oggi seguirò con paicere.

    RispondiElimina
  2. Particolare la ricetta e anche come servi il prosecco!
    le rose non riesco a reperirle, ma il prosecco siiiiiii!
    Proverò ad arieggiarlo! e ti farò sapere!

    RispondiElimina
  3. Complimenti per partecipare al Contest Controcorrente !!!
    Bene bene.. io giudichero'...e quindi un bel in bocca al salmone !!
    Alessandra

    RispondiElimina
  4. scusami , mi sono confusa con rosa di salmone mi sembrava la stessa ricetta .
    sono un po' instupidita, mi dispiace .
    la metto subito.
    grazie per tutte le ricette che mi hai fornito, colgo l' occasione per farti gli auguri di Natale.
    buone feste

    RispondiElimina
  5. Coà sai sto prendendo molto seriamenet questa cosa della giudichessa del contest....quindi eccomi qui a rivisitarti...in bocca al lupo, Flavia

    RispondiElimina