mercoledì 9 febbraio 2011

LE SABLÉS DU MONT SAINT MICHEL

Estate 2005. Con mia moglie e mia figlia si parte, destinazione Honfleur (Normandia) e poi Parigi.
Dire che mi sia piaciuta la Normandia è sicuramente limitativo, me ne sono letteralmente innamorato. Il mare, la costa, l'interno, le persone, la cucina, l'architettura, tutto mi è piaciuto.
Ed ogni anno in questo periodo ritorna il desiderio di tornarci. Finora per i più svariati motivi non mi è stato possibile però sono sicuro che presto ci tornerò magari abbinando la Bretagna.
Come ho detto mi è piaciuta molto la cucina normanna. Tralasciando ostriche, cozze e frutti di mare vari se penso a quello che ho mangiato nelle varie località un posto sul podio lo conquista sicuramente l'omelette che ho gustato da Mere Poulard a Mont Saint Michel.
A richiesta è possibile assistere alla preparazione: uova sbattute a mano montandole fino ad ottenere una schiuma quindi messe in speciali piatti di ferro e tramite un asta poste a cuocere sul fuoco vivo di un camino, a metà cottura aggiunta di formaggio e chiusura tipo crepes, completamento della cottura e .... spettacolo.
Prossimamente proverò a farle e posterò anche le foto di Mere Poulard.
Non potendo portarmi come ricordo le omelettes ho pensato bene di acquistare una scatola di biscotti al burro.

Biscotti al burro
Domenica pensando alla Normandia mi è venuta voglia di provare a fare questi biscotti.
Ho letto gli ingredienti sul fondo della scatola ed ho chiesto a mia moglie di darmi una mano visto che, come ho già avuto modo di dire, è lei la maga dei dolci e degli impasti.
Il risultato è stato eccellente.

Biscotti al burro

INGREDIENTI

300 g di farina 00
250 g di burro
125 g di zucchero semolato
1 uovo
2 tuorli
1 bacca di vaniglia


PREPARAZIONE

Mettere nel bicchiere della planetaria il burro freddo tagliato a pezzetti e la farina setacciata ed azionare l'impastatrice fino ad ottenere un composto granuloso.
Aggiungere lo zucchero, la vaniglia, l'uovo ed i due tuorli ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Avvolgere l'impasto nella pellicola e mettere in frigorifero per un paio d'ore.
Spargere la spianatoia di farina e stendere l'impasto fino ad uno spessore di circa 3 mm.
Tagliare con delle formine i biscotti e metterli su una teglia coperta con carta forno imburrata.
Se avanzano i ritagli si possono reimpastare e metterli nel freezer per un decina di minuti e quindi ristenderla.
Mettere in forno preriscaldato a 180° e fare cuocere una decina di minuti e comunque fino a quando non cominciano a scurirsi leggermente i bordi.
Fare raffreddare i biscotti su una griglia.
Ammesso e non concesso che ci riusciate possono durare, in una scatola metallica, per 4/5 giorni.
Stampa il post

16 commenti:

  1. bellissimi!! da provare ^_^
    complimenti per la riuscita ottimi!
    buona giornata Anna

    RispondiElimina
  2. La Bretagna Gianni! siiiiii, è magica, meravigliosa...
    lo sai, la visita al Mont St Michel è stato il primo di tanti sogni che Frédéric mi ha realizzato. Ormai ci siamo stati tante volte e la cena a la Mère Poulard è d'obbligo... l'ultima è stata il giorno del mio ultimo compleanno.
    I sablé du Mont mi piacciono da morire e questa ricetta è un regalo!
    grazie!

    bacioni

    RispondiElimina
  3. Abbiamo visitato una buona parte della Francia in camper ma la Normandia ci manca, sarà una delle prossime mete. Anch'io sono rientrata innamorata di certi paesaggi e vorrei al più presto rivivere le bellissime emozioni che mi hanno suscitato.
    Come non provare queste delizie burrose. Grazie per la ricetta!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Caro omonimo sono qui ancora! Che delizia di biscotti! Che dire della normandia...bretagna.....francia!!! Ci ho lavorato per circa un'anno con il risultato che adesso ci mangio benissimo, ci bevo meglio e sono innamorato dei castelli della loira(si scrive così??)! Ma non ho imparato na sola parola di francese....fortuna che con la fantasia e la creatività che distingue gli italiani....mi faccio capire!!! ciao

    RispondiElimina
  5. ma che bella idea quella di provare a rifare la ricetta leggendo gli ingredienti che sono indicati sull'etichetta.....specialmente se poi si hanno dei risultati come i tuoi. Bravissimi tu e tua moglie!

    RispondiElimina
  6. Questi te li rubo...davvero speciali!

    RispondiElimina
  7. @ranapazza65 - Mi auguro che davvero tu li voglia provare perchè ti assicuro che sono buonissimi.
    Un abbraccio

    @Eleonora - E' bellissimo sapere che quello che pubblichi può suscitare in chi lo legge piacevoli ricordi.
    Bacioni

    @cardassiana - Grazie per la visita e per il commento.
    Un abbraccio

    @Dana - La Normandia è ideale da visitare in camper (come tutta la Francia del resto). Io spero quest'anno di poter andare in Bretagna. Se ti può interessare ti posso mandare un file che ho fatto per mia sorella dove ho indicato le mete che secondo me non si possono perdere.
    Un abbraccio

    @Gianni - Non abbiamo uguale solo il nome a quanto pare. Anch'io ho conosciuto la Francia per lavoro (Costa Azzurra) e da allora sono stato in Normandia, Valle della Loira, Provenza (mon amour) e chiaramente Parigi. Non parlo una parola di francese ma per fortuna almeno in vacanza sono con mia moglie che se la cava mica male.

    @Tina - E' vero, mi è piaciuto provare e, non essendo chiaramente indicate le quantità, devo dire che è stata basilare mia moglie e la sua esperienza in impasti e dolci. Un giorno pubblicherò la dieta di mia moglie e quando indicherò il peso sono sicuro che mi darete del bugiardo.
    Un abbraccio

    @Iaia - Carissima, mi fa piacere che una bravissima a fare i dolci come te voglia provare questa ricetta.
    Bacioni

    @Tutte/i - Mia moglie dice di no ma io la prossima volta voglio provare ad aumentere un poco il burro. Bah!! Chi avrà ragione?

    RispondiElimina
  8. Grazie Gianni! Mi farebbe davvero comodo e piacere, anche se per quest'anno non se ne parla di andare, purtroppo! Stiamo costruendo casa e capisci a me!
    Quando vuoi!
    A presto e un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Bellissimi posti, sono stata in vacanza con mio marito in Normandia e bretagna tantissimi anni fa, ho ricordi stupendi: paesaggi mozzafiato (come Etretat) e piatti meravigliosi!
    Grazie per questa splendida ricetta!

    RispondiElimina
  10. Ciao Tato, ti ho invitato a dedicare 5 minuti per compilare un MEME. Spero ti faccia piacere. Vieni a trovarmi e scopri cos'è! Ciaooo

    RispondiElimina
  11. cocogianniiiiiiiiii????

    ma che fine hai fatttooooooo?????

    RispondiElimina
  12. che buoni , adoro questo tipo di biscotto.
    senti gianni ho un nuovo contest ti va di partecipare?
    la cucina d antonella
    ciao

    RispondiElimina
  13. ma che buoni questi biscotti... uno tira l'altro ... e che bello dev'essere stato il tuo viaggio!

    RispondiElimina
  14. @ Elena Etretat è splendida. Mi è rimasto il desiderio di giocare il percorso di golf che c'è in sommità alle scogliere. Lo farò sicuramente la prossima volta

    @ Manu OK farò il MEME

    @ Ele Ci sono ancora ma questo periodo è veramente incasinato

    @ Antonella Contest visto - Partecipazione obbligatoria

    @ Babette Il viaggio è stato indimenticabile. Spero di ripeterlo presto

    RispondiElimina