venerdì 22 aprile 2011

GNOCCHI DI SEMOLINO

Chi mi segue assiduamente avrà notatp che sono passati diversi giorni dal mio ultimo post e, a parte i molteplici impegni di lavoro, devo confessare che il motivo principale è che dal 4 aprile scorso sono a dieta e, anche se non soffro la fame, è certo che quello che devo mangiare non vale la pena di proporverlo.
Avrei voluto partecipare a diversi contest che riempivano la blogsfera in questo periodo ma purtroppo ho dovuto rinunciare a molti. Me ne scuso con chi li ha organizzati e spero, qualora ce ne fosse l'occasione, di rifarmi la prossima volta.
Lo scorso mese ho dovuto rinunciare a partecipare all'MCT da marzo che aveva per tema "Il danubio" pertanto questo mese non ho potuto esimermi dal partecipare con gli "Gnocchi di semolino".
Confesso che li ho realizzati per la prima volta anche perché dalle mie parti gli gnocchi sono di patate.
Quindi mi sono chiesto: Come li faccio?

Alla romana?
Gnocchi alla romana

Alla carbonara?
Gnocchi alla carbonara

Alla bresciana?
Gnocchi alla bresciana

Chiaramente tutti e tre

Con questa ricetta partecipo al contest di Menù Turistico - MT Challenge di aprile



INGREDIENTI (per 4 persone)

Gnocchi

250 g di semolino
1 l di latte
2 tuorli d'uova
1 noce di burro
80 g di formaggio grana
Noce moscata
sale

Per i condimenti
ROMANA
80 g di burro
50 g di pecorino
50 g di formaggio grana

CARBONARA
150 g pancetta affumicata
2 uova
Pepe
Olio extra vergine d'oliva
50 g di formaggio grana

BRESCIANA

80 g di burro
Foglie di salvia
50 g di formaggio grana


PREPARAZIONE

Gnocchi
In una pentola versare il latte, aggiungere la noce di burro, una grattata di noce moscata, un pizzico di sale e portare ad ebollizione.
Quando il latte bolle abbassare la fiamma e versare la semola a pioggia mescolando velocemente con una frusta per evitare la formazione di grumi. Continuare fino ad ottenere impasto solido e compatto che si stacchi facilmente dalle pareti della pentola.
Spegnere il fuoco, aggiungere il formaggio grana ed i tuorli e mescolare energicamente per fare incorporare tutto.
Versare il composto in una teglia precedentemente oliata, sufficientemente grande da stenderlo in uno strato di spessore pari ad  un cm circa, aiutandosi con una spatolina o con le mani bagnate.
Una volta raffreddato il composto con un coppapasta di circa 5 cm tagliare tanti dischi cercando di ottimizzare gli sfridi.
Adagiare i dischi così ottenuti in una pirofila precedentemente imburrata sovrapponendoli leggermente.

Romana
Fare sciaogliere in un pentolino il burro e distribuirlo sugli gnocchi.
Cospargere gli gnocchi con il formaggio grana ed il pecorino (io ne ho usato una a nedia stagionatura non gratuggiato ma a dadini molto piccoli).

Carbonara
In un pentolino versare dell'olio EVO mettere la pancetta e farla soffriggere (non cuocerla completamente perché altrimenti nel forno tende a seccarsi).
In una ciotolina mettere le due uova aggiungere una macinata di pepe e sbatterle con una forchetta.
Versare sugli gnocchi le uova sbattute e quindi distribuire il formaggio grana e la pancetta con un pò del suo olio.

Bresciana

In un pentolino mettere il burro con le foglie di salvia e farlo brunire.
Versare sugli gnocchi lil burro fuso con la salvia e quindi distribuire il formaggio grana.

COTTURA
Accendere il forno a 200° e quando ha raggiunto la temperatura mettere la pirofila nel forno e fare cuocere per circa 20 minuti.
Vanno seviti caldissimi
Stampa il post

9 commenti:

  1. Bellissima ricetta! Grazie e a presto
    Dani

    RispondiElimina
  2. Sei perdonato ma ricorda che la devi continuare bene la dieta altrimenti la tua assenza non è servita a nulla

    Che golosi questi gnocchi, bravissimo

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  3. Tre gusti meglio di uno! E uno più buono dell'altro!
    Serena Pasqua, Gianni!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Sono proprio belli, Gianni, bravo! Anche per me sarà la prima volta che li cucinerò, anch'io nn posso saltare, ho già saltato il Danubio (si..cioè, in senso figurato eh!)
    Prenderò spunto dalle tue idee, quelli alla bresciana sono come quelli alla bergamasca ;) Auguri di buona Pasqua!

    RispondiElimina
  5. Gianni, quelli alla Bresciana dalli a me!!! bellissimi e buonissimi. mi avete fatto veire tanta voglia che appena passa la nostra Pasqua li farò!
    baci

    RispondiElimina
  6. Ottima idea, gnocchi trigusto...così sono tutti contenti! Buona Pasqua a te e a tutta la tua famiglia!

    RispondiElimina
  7. In effetti mancavi da un pò.....però sei tornato con una bellissima ricetta! Bravissimo....e Buona Pasqua a te e famiglia caro Gianni!!!

    RispondiElimina
  8. Io cospargo gli gnocchi di scamorza affumicata e un po' di panna da cucina....

    RispondiElimina
  9. Addirittura tre versioni??? e tutte irresistibili...

    RispondiElimina