giovedì 27 settembre 2012

RISOTTO AI FINFERLI


Questa è una ricetta che ha riposato o, visto che si tratta di un risotto, ha mantecato nel blog per un anno prima di essere pubblicata.
Sì perché questo risotto l'avevo preparato verso la fine di settembre dello scorso anno e, all'epoca, non ricordo per quali circostanza non l'avevo pubblicato immediatamente. Poi il tempo è passato ed è passata la stagione dei funghi per cui alla fine ho deciso di aspettare.
La stagione dei funghi è arrivata, anzi, è meglio dire, sarebbe arrivata, peccato che il tempo non è stato dei migliori per cui, quest'anno, da queste parti latitano.
Trovi solo funghi rumeni o, comunque, dei paesi dell'est Europa che non hanno niente a che spartire con i nostri finferli o i nostri porcini.
Di norma, quando uno pensa al risotto con i funghi, lo associa immediatamente ai porcini; personalmente penso invece, che i finferli, per la loro consistenza e per il loro profumo, siano i funghi ideali per il risotto o la pasta.
I porcini li ritengo ideali per altri tipi di cottura, trifolati (qui), alla griglia, impanati, etc.
Di solito preferisco preparare il riso molto "all'onda" ma, questa volta, lo volevo presentare in maniera diversa per cui l'ho tentuto un poco più asciutto.














 

INGREDIENTI (per 4 persone)

320 gr riso Carnaroli del Pavese
200-300 g di finferli 
Un bicchiere di vino bianco secco
Formaggio grana grattugiato
Prezzemolo tritato
Spicchio d'aglio
Olio extra vergine d'oliva
Brodo vegetale
Sale

PREPARAZIONE
Preparare un classico brodo vegetale.
Pulire con un panno umido ed asciugare bene i finferli quindi tagliarli grossolanamente.
In una padella scaldare un poco di olio evo con uno spicchio d'aglio e aggiungere i funghi; a fiamma moderata fare cuocere i funghi per 5-6 minuti.
Nel frattempo mettere un po' di olio evo nella pentola di cottura del risotto e, quando sarà caldo, versare il riso nella pentola; farlo tostare bene quindi versare il vino e farlo evaporare.
Portare a cottura il risotto aggiungendo a più riprese il brodo bollente.
A metà cottura del risotto aggiungere i funghi e proseguire.
Al termine della cottura del risotto togliere dal fuoco il risotto, aggiungere il prezzemolo tritato ed il formaggio grana grattugiato, aggiustare eventualmente di sale, mescolare bene quindi fare riposare un paio di minuti mettendo il coperchio interponendo un panno.
Mantecare il risotto muovendo avanti e indietro la padella mescolando velocemente.
Versare il risotto nel piatto all'interno di un coppapasta, attendere qualche secondo e poi estrarlo.
Guarnire con prezzemolo riccio.
Stampa il post

10 commenti:

  1. Adoro i finferli, li ho mangiati pure ieri sera, peccato che dalle mie parti non sia semplice procurarseli, peccato perchè un risottino così me lo farei volentieri...

    RispondiElimina
  2. Non ho idea cosa siano i finferli...o meglio, se sono quei semi ombrelllini gialli, so il nome in francese, ma non lo sapevo in italiano. E son buoniiiii!!! :-)
    Mi fa invidietta il tuo risotto e i tuoi funghi, anche se quest'anno vengono dall'Est, perchè qui, a parte gli champignons, manco l'ombra. :( Ah si, ogni tanto dei porcini surgelati che non sanno di nulla...sigh. È una delle cose che mi manca di più, le passeggiate nei boschi a raccogliere i funghi, che bello. e poi...risottino!
    me ne passi una forchettatina? ultimamente ho la voglia facile.
    bacioni
    Ele

    RispondiElimina
  3. Un risotto classico, fa sempre la sua figura, nìbuono!

    RispondiElimina
  4. Buono, un classico sempre attuale!! Adoro i funghi....e un buon risotto ne esalta al massimo il sapore!!!
    Bacione

    RispondiElimina
  5. http://pinterest.com/pin/188658671861571063/

    RispondiElimina
  6. buono, buono questo risotto, buon WE, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. uhm....siccome non ci credo proprio che i finferli siano migliori come consistenza e profumo...che ne dici la prossima volta di invitarci cosi' possiamo giudicare di persona'??? ahahahah...sto scherzando! peccato che la foto non lasci uscire il profumo ma sai che guardandola quasi quasi lo sento???? ciaooo

    RispondiElimina
  8. Complimenti per il tuo blog, davvero interessante! da oggi ti seguo, se ti va, passa anche tu da me!

    RispondiElimina
  9. Ha un aspetto delizioso e lo provo molto volentieri!! mi dovrò purtroppo accontentare dei finferli d'importazione, pure qua..
    cari saluti,
    Dany

    RispondiElimina
  10. Ciao Gianni, ho provato a realizzare questo tuo per il gioco recipetionist, complimenti, favoloso...
    Il riposo con copertina è stata una scoperta preziosa, sei sempre bravissimo!
    un bacione! e grazie!

    RispondiElimina