giovedì 9 agosto 2012

NODINO DI VITELLO ALLA GRIGLIA CON CIPOLLOTTI





Più che di nodini si tratta di nodoni, infatti, mi sono fatto tagliare dal macellaio dei nodini di vitello che però andavano da osso ad osso e quindi con uno spessore di ca. 5 cm.
L'idea di preparare i nodini di questo spessore mi è stata suggerita dalla visione di una puntata de "Il mago del barbecue" di Steven Raichlen.
Sono un amante della carne e prima ancora di cuocere questo taglio già mi prefiguravo come sarebbe venuta e ne assaporavo il gusto.
Il risultato è stato ancora più sorprendente; la carne era tenerissima e succosa e l'abbinamento con i cipolotti grigliati con salsa agrodolce è stato davvero speciale.
Se avete voglia di mangiare un pezzo di carne in maniera un po' diversa dal solito vi consiglio proprio di provare questo taglio.
Sostituisce egregiamente la costata e, cosa da non trascurare, costa anche meno.













INGREDIENTI (per 4 persone)
4 nodini di vitello (ca. 500 g cad.)
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaio di sale fino
1/2 cucchiaio di paprika forte
1/2 cucchiaio di pepe
1 cucchiaio di salsa barbecue
Rametti di rosmarino
20-25 cipollotti
2 cucchiai di aceto balsamico
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiaino di zucchero di canna

PREPARAZIONE
Preparare il rub per insaporire la carne; in una ciotola versare lo zucchero di canna, il sale, il pepe, la paprika forte e mescolare bene con le dita per amalgamare il tutto.
Prendere i "nodini" ed eliminare la parte esterna di cartilagine quindi mettere a nudo l'osso spostando la parte di carne che lo riveste verso il resto della carne.
Battere leggermente la carne da ambo i lati ma non appiattirla troppo; io l'ho tenuta di ca. 3 cm.
Rivestire l'osso con un foglio d'alluminio per proteggerlo durante la cottura.
Passare sulla superficie della carne, da ambedue i lati, il rub massaggiando bene così che venga assorbito. Lasciare riposare a temperatura ambiente per 15-20 minuti mettendo a contatto qualche rametto di rosmarino su entrambi i lati.
Nel frattempo pulire e tagliare i cipollotti eliminando il gambo ed il ciuffetto alla base. Se i cipollotti fossero grossi tagliarli in 2 o 4 parti.
Accendere il barbecue con la cottura indiretta (io dei 3 fuochi ho acceso solo quelli esterni ed ho lasciato spento quello centrale.
Quando la griglia sarà ben calda ricordarsi di pulirla bene con una spazzola metallica e di ungerla con un poco di olio di semi.
Posizionare nella parte centrale della griglia i "nodini" mentre nella zona sopra i fuochi accesi posizionare i cipollotti.
Fare cuocere per 4 minuti la carne quindi ruotarla di 90° e fare cuocere per altri 4 minuti quindi girarla e dopo 4 minuti ruotarla sempre di 90°; con altri 4 minuti di cottura la carne sarà pronta. Se si ha a disposizione un termometro a puntale si può verificare la temperatura della carne al centro; quando avrà raggiunto gli 85° sarà cotta.
Tenere controllati i cipollotti ed all'occorrenza girarli; dopo ca. 8-10 minuti toglierli dalla griglia e metterli da parte.
Mentre cuoce la carne, in un pentolino versare l'aceto balsamico, la salsa di soia e lo zucchero di canna e portare quasi a bollore quindi abbassare e versarci dentro i cipollotti girandoli con delicatezza.
Quando la carne sarà cotta spegnere la griglia e lasciarla riposare qualche minuto.
Nel frattempo togliere i cipollotti e metterli in una ciotola con metà del sughetto.
Nel pentolino con il restante sughetto versare la salsa barbecue e mescolare bene.
Posizionare nel piatto la carne con a fianco qualche cipollotto con la sua salsa quindi versare un poco della salsa tenuta nel pentolino sulla carne.
Decorare con un rametto di rosmarino.
Stampa il post

3 commenti:

  1. Fa venire l'acquolina in bocca!!!

    RispondiElimina
  2. Mentre leggo la ricetta me lo prefiguro anch'io in un piattone su un terrazzo al frescolino...magari in compagnia di amici e di un'ottimo bicchiere di vino...sono le cose che preferisco...un bacio grande!

    RispondiElimina
  3. Fantastico!
    Già immagino il suo sapore buonissimo!!!

    RispondiElimina