mercoledì 27 luglio 2011

SOUFFLÉ GLACÉ AL LIMONE E ANANAS



Bene! Ho accompagnato Emanuela al lavoro. Ho organizzato gli appuntamenti nel pomeriggio così questa mattina ho il tempo di cimentarmi nell' MTC di luglio. Questo mese un dolce; prima o poi doveva toccarmi. Non so perché ma me lo sentivo che Loredana avrebbe scelto un dolce. Stavolta mi tocca. Speriamo bene.
Arrivo a casa e, come sempre, ad accogliemi le mie belve Siri e Daisy e da pochi giorni anche la nuova arrivata Thea. Sono avvolto da miagolii e guaiti che seguono ogni mio passo. Mi sembra di essere il pifferaio magico.
Bene, al lavoro. Per prima cosa la meringa italiana. Devo fare attenzione con le dosi; in pasticceria sono fondamentali. Per una quantità così limitata non uso la planetaria, meglio le fruste elettriche. Gli albumi si montano che è una meraviglia; devo arrivare all'effetto neve fermissima. Giro completamente la ciotola e l'albume montato non si muove di un millimetro. Più ferma di così. Il BlackBerry si accende diffondendo le note dell'Intermezzo della Cavalleria Rusticana.
- Ciao mamma, come stai? Com'è il tempo al mare?
- Sto bene, il tempo è bello ma stanotte non ho dormito.
- Come mai?
- Ero in pensiero per te. Stai facendo la dieta? Stai calando?
- Mamma !!!!
- Lo sai che lo dico per il tuo bene, per la tua salute.
- Scusa, ma tu non hai dormito per questo? Non ti sembra che sono grande abbastanza? Voglio ricordarti il consiglio che ti diede il tuo dentista "Al mattino bevi un bel bicchiere di menefreghismo"; per te forse sarebbe meglio un fiaschetto.
- Non prendermi in giro; sai che non riesco a non pensare a tutti voi.
- Va bene mamma, comunque non preoccuparti che va tutto bene. Ora ti lascio perché sono impegnato ti richiamo più tardi. Ciao, saluta tutti.
- Ciao.
Senza rendermene conto parlando sono uscito sulla terrazza. Rientro in cucina e vedo una palla di pelo con il muso affondato nella ciotola.
- THEAAAA!!!



La piccola delinquente fugge facendo rovesciare sul pavimento ciotola e contenuto.
Complimenti. Cominciamo bene.
Pulisco tutto e rimonto di nuovo altri albumi.
Metto sul piano ad induzione un pentolino con l'acqua e lo zucchero a velo, continuo a mescolare per ottenere lo sciroppo da incorporare nei tuoli per fare la meringa italiana. Tutto procede bene, piano piano si sta addensando.
Di nuovo il BB, questa volta suona l'Estate di Kikujro. Controllo chi mi chiama. Enrico. Devo rispondere; l'ho mandato al mio posto da un cliente e avrà sicuramente bisogno di qualche chiarimento.
- Dimmi Enrico
- Ciao, avrei bisogno che mi mandassi una mail dal cliente con l'offerta.
- Ma non te ne ho date due copie?
- Sì ma ... le ho scordate a casa.
- (Imprecazioni che è meglio lasciare all'immaginazione) Va bene provvedo subito.
Abbasso l'induzione a livello 1, chiudo la cucina e vado a mandare la mail.
Quando torno apro la porta e sento un sentore di bruciato; lo sciroppo è diventato caramello e il livello dell'induzione è sul 7. Non capisco, ero sicurissimo di averlo abbassato.
Sono tentato di lasciare perdere e per questa volta rinunciare all'MTC.
Qualcosa di ruvido e umido mi da dei colpettini alle labbra.
- SIRIIIII !!! Sai che non sopporto che mi lecchi le labbra.


Siri
Mi ritrovo seduto sul letto con la gatta che balza a terra e mi guarda.
Osservo intorno nella penombra, guardo la sveglia. Le 6.
Stavo sognando, anzi era un incubo. Emanuela dorme ancora. La giornata deve ancora iniziare. L'MTC è salvo.




Con questa ricetta partecipo al contest di Menù Turistico - MT Challenge di luglio





INGREDIENTI

125 g di yogurt magro
50 g di albumi
100 g di zucchero a velo
25 ml di acqua
25 ml di succo di limone
100 ml panna
50 ml acqua
50 g di zucchero semolato
1 limone della Costiera Amalfitana
Ananas

N.B. Ho dimezzato gli ingredienti indicati da Loredana e ho ricavato 4 scodellini

PREPARAZIONE

Per prima cosa un ringraziamento a mia moglie Emanuela per avermi supportato ed aiutato nella preparazione della meringa e del soufflé glacé. Quando sente la parola dolce si sente quasi obbligata a sovraintendere i lavori. A lei piace, io sono contento quando facciamo qualcosa insieme per cui .... tutto bene.
Iniziare preparando la meringa italiana
Montare gli albumi fino ad ottenere l'effetto di neve fermissima.
In un pentolino versare l'acqua, il succo di limone e lo zucchero a velo, fare sciogliere e continuare fino ad ottenere uno sciroppo denso.
Incorporare lo sciroppo agli albumi continuando a montare fino a quando il composto no sarà freddo.
Mettere in frigorifero.
Montare la panna.
In una ciotola mettere lo yogurt e la panna montata e amalgamare bene facendo attenzione a non smontare la panna.
Aggiungere la meringa sempre facendo attenzione a non smontare il composto.
Riempire con il composto i contenitori fin quasi al bordo e metterli in freezer per almeno 6 ore.
In un pentolino versare l'acqua e portarla all'ebollizione quindi spegnere e versarvi la buccia del limone avendo l'accortezza di eliminare la parte bianca interna (se ne rimane un pochino si può eliminare facilmente con un cucchiaino).
Tenere in ammollo le bucce per 3-4 minuti quindi toglierle. Avremo ottenuto il cosiddetto "canarino".
Prendere le bucce e tagliarle a julienne quindi aggiungerle al canarino insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere uno sciroppo denso.
Conservare coperto.
Tagliare 2 fette d'ananas spesse un centimetro e ricavarne una dadolata.
Pelare a vivo gli spicchi di limone e tagliarli a pezzetti piccoli.
In un padellino mettere la dadolata di ananas e la polpa di limone e fare cuocere fino a che quest'ultima non si sia dissolta. Mettere a riposare in frigorifero.
Al momento di servire tagliare delle fette molto sottili di ananas (una ogni due scodellini) eliminare la parte centrale e dividere in due. Arrotolare le due semifette per ottenere una sorta di corolla. Posizionarle in un angolo magari creando un buchino dove infilarla.
Mettere un cucchiaio di dadolata di ananas.
Completare con una fogliolina di menta.
Scaldare bene la julienne di limone e metterne un pochino in un angolo.
Servire immediatamente così da poter apprezzare il contrasto caldo della julienne con il gelato del resto.
Stampa il post

15 commenti:

  1. Alla faccia dell'incubo Gianni!!!!! Per questo mese hai il mio voto! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. mi hai fregato!!! già stavo dicendo a leo: "beh mi consolo, non sei l'unico gatto delinquente!" quando scopro che era solo un incubo... certo che l'mtc fa dei brutti scherzi!
    bravissimo :D

    RispondiElimina
  3. ..e io che mi stavo figurando che per la terza volta avresti ricominciato!
    Che bella questa versione un poco esotica, mi sembra quasi light con l'ananas!

    RispondiElimina
  4. anch'io ho riso, specie nella telefonata con la mamma (mia suocera è uguale, solo che lei si lamenta anche con me che non lo faccio dimagrire :-)). Il bello è che sarebbe potuto essere tutto vero, gatti malandrini e caramello che brucia compresi!
    sono in tanti a cucinare insieme all'MTC e questa è una nota da dietro le quinte che ci rende questo giochino ancora più caro: al di là del meccanismo della sfida, credo che tutti i partecipanti condividano lo stesso modo di intendere la cucina, partendo anzitutto dalla condivisione di una passione che si vive con entusiasmo, divertimento, leggerezza.
    Passo al soufflé: "sgrassare" è la parola d'ordine, con l'uso del limone trasversale, sia nella base che nella guarnizione e questa è un'altra gran trovata, che fa di un dolce dalla struttura importante come il soufflé glacé un'ottima chiusura per una cena leggera, magari a base di pesce. L'abbinamento con l'ananas, poi fa il resto... sicuro che quella telefonata, la mamma non te l'abbia fatta per davvero???
    Complimenti e grazie per la tua partecipazione
    buona giornata
    ale

    RispondiElimina
  5. Sarei curiosa di sapere come mai pensavi che abrei proposto undolce...leggi nel pensiero, confessalo!!
    Ho temuto davvero ti fossero capitati tutti quei disastri, che ti assicuro a me capitano spessissimo, per fortuna per il tuo soufflè è andato tutto liscio, anzi di più considerando la supervisione della mogliettina!!
    Mi piace anche questo abbinamento limone ananas, e dato che tutti i soufflè che sono stati riproposti questo mese hanno un tocco speciale, penso che preparerò soufflè per tutta l'estate!!
    ...mi raccomando per la dieta, meno male che ne hai fatto una versione "quasi" light!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  6. ma è una delizia!!!! da mangiare con gli occhi...e con un bel cucchiaione!!!! deve essere squisitissimo!!! ;)

    RispondiElimina
  7. E' favoloso il tuo soufflè glacè, mi piace molto l'abbimanento limone- ananas.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  8. mi è piaciuto talmente che lo faccio per mangiarmelo, senza chiederlo a tua madre!!! sulle gatte ladre ci avevo creduto, perché quando giri gli occhi si tuffano nelle pirofile o dove gli capita...bravissimo Gianni ricetta bellissima e stuzzicante...

    RispondiElimina
  9. @Gianni - Grazie, sei sempre troppo cortese.

    @Cristina b. - Tranquilla puoi confermare a Leo che non è l'unico gatto delinquente. Quello che ho descritto sono cose successe davvero anche se in contesti diversi. NB Io con 2 gatte e una cana posso dire che sono un'associazione a delinquere

    @Cinzia - Per fortuna mi sono venuti al primo colpo.

    @Alessandra - Quello che ho raccontato sono tutte situazioni vere e quella della telefonata in particolar modo. Le mamme sono tutte uguali; anche la mia si lamenta con mia moglie.

    @Loredana - Ero sicuro perché se giro il mondo food blogger vedi che i dolci la fanno da padrone e con abbondante vantaggio.

    @"Gio 83" - Grazie, in effetti era davvero buono

    @Daniela - Grazie

    @Tamtam - E' vero le gatte sono delle vere "ladre". Un giorno racconterò la storia delle salamine. La Siri è stata la mia prima gatta e, credimi, rimpiango di non aver avuto il modo di apprezzare prima queste creature

    RispondiElimina
  10. Ottima versione e poi con yogurt light ananas e limone, dai, facciamo che è dietetico? Bravo Gianni!

    RispondiElimina
  11. un postre absolutamente delicioso

    RispondiElimina
  12. All'inizio mi ero messa le mani nei capelli!! Che disperazione!! Bè meno male era solo un brutto sogno..invece la ricettina è bellissima e ghiottissima, complimenti e buon w.e.!

    RispondiElimina
  13. Ciao!!! Ecco per te il primo numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmaga​zine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/pages/Open-Kitchen-the-magazine/190895057626739

    Un abbraccio,
    Claudia Annie Carone, creative manager di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se tu potessi condividere i link con tutti i tuoi amici! Te ne saremmo grati!

    RispondiElimina
  14. Golosissimo Gianni, chissà che bontà!!!!!!!! Complimenti per il post, è un piacere leggerti, un abbraccio!!!

    RispondiElimina