mercoledì 28 marzo 2012

CRÉPES RIPIENE DI SALMÌ DI FAGIANO

Non ho davvero avuto il tempo di preparare la solita storiella in abbinamento all'MTC anche se ne ho un paio che mi sarebbe piaciuto raccontare ma le tengo in serbo per una prossima occasione.
Non mi resta quindi che ripiegare proponendo nuovamente uno dei miei vecchi scritti.

BELLI I TUOI OCCHI

Belli i tuoi occhi.

Porta aperta dei tuoi pensieri
della tua mente,
del tuo essere viva.

Belli i tuoi occhi.

Languidi e sorridenti
carichi di felicità
e di dolcezza.

Belli i tuoi occhi.

In loro vedo la luce
vedo quel che desidero,
quello che ho.

Belli i tuoi occhi.



Questo mese il tema dell'MTC è stato scelto da Giuseppina del blog The Adventures of a Very Personal Chef che ho avuto modo di conoscere, anche se solo virtualmente, qualche mese fa quando ha partecipato al mio contest sulle monoporzioni; partecipazione che ha lasciato il segno visto che la sua Pavlova al mango selvatico del Cameroon è stata classificata al 2° posto dai due giudici della Pasticceria Antoniazzi.
La scelta di Giuseppina è caduta sulle crépes che potevano essere proposte o in versione dessert o come primo piatto.
Mi sarebbe piaciuto preparare ambedue le verioni ma è un miracolo che sia riuscito a farne una.
Come riportato in un post precedente, ho preparato il salmì di fagiano ed è risultato davvero abbondante per cui un po' l'ho congelato.
Volevo preparare qualcosa che non fossero i soliti ripieni per le crépes e riflettendo bene ho pensato che il sapore piuttosto deciso del salmì si sarebbe abbinato perfettamente con la morbidezza e la delicatezza delle crépes e della besciamella. Di norma non mi piace dare giudizi sulle mie preparazioni ma questa volta devo proprio dire che avevo ragione. E la controprova me l'hanno data mia moglie, che non è mai tenera nei suoi giudizi, dicendomi che le ha trovate con un gusto davvero equilibrato, e mia suocera che, scusandosi, mi ha chiesto il bis.  È stata l'apoteosi.






Con questa ricetta partecipo al contest di Menù Turistico - MT Challenge di marzo 2012


Le crépes
Prima della cottura

INGREDIENTI
Crépes (ricetta di Giuseppina)
Con queste quantità ho ottenuto 10 crépes da ca. 20 cm
150 g di farina 0
350 ml di latte
50 ml d'acqua
2 uova medie
1/2 cucchiaino di sale
Burro chiarificato

Salmì di fagiano


Besciamella
750 ml di latte crudo
75 g di farina 00
75 g di burro
Noce moscata
Sale

Formaggio grana grattugiato


PREPARAZIONE
Crépes

Rompere e versare le uova in una ciotola e sbatterle un po' con la frusta; aggiungere mano a mano alternando la farina setacciata, il latte e l'acqua.
Mescolare bene ed amalgamare gli ingredienti fino a ottenere una pastella liquida e liscia.
Aggiungere il sale, mescolare bene e lasciate riposare almeno un'oretta.
Fare sciogliere il burro chiarificato in un pentolino.
Scaldare bene la padella (ho usato una normale padella da ca. 20 cm di diametro), ungerla con il burro usando un pennello in silicone e versare velocemente la quantità di pastella necessaria per una crépe. Fate ruotare la padella per distribuire in modo uniforme la pastella.
Fare cuocere fino a quando sarà ben dorata, quindi girarla e completare la cottura dall'altra parte.
Ripetere l'operazione fino all'esaurimento della pastella.

Salmì di fagiano

Besciamella
Fare sciogliere il burro in un pentolino quindi aggiungere la farina setacciata e amalgamare bene senza fare formare grumi. Cuocere per circa 5-6 a fuoco moderato per non fare imbrunire il burro.
Aggiungere il latte, la noce moscata ed il sale; portare ad ebollizione e fare cuocere per una decina di minuti in modo che si addensi.

Prendere una pirofila da forno e versare sul fondo un po' di besciamella.
Stendere una crépe su un ripiano e farcire la parte centrale con il salmì ed un poco di besciamella quindi avvolgere la crépe a formare una specie di cannellone.
Posizionare le crépes allinete nella pirofila e coprirle abbondantemente con la besciamella; completare spargendo sulla superficie abbondante formaggio grana grattugiato.
Mettere nel forno preriscaldato a 180°C fino a coloritura della superficie (10-15 minuti).
Stampa il post

5 commenti:

  1. Belli i Suoi occhi???!!! ma..... spettacolari le sue crepes!! E qui già il fagiano da dei punti a tutti quanti, poi la presentazione, la foto e che dire LA CLASSE!!!! Chapeau!
    Nora

    RispondiElimina
  2. ok, tu metti queste e io porto il mio dessert. va bene?
    :)))
    baci

    RispondiElimina
  3. io quoque, annovero una suocera lunga distesa dalle crepes di Giuseppina. E già questo, per me, basta e avanza per giurare amore eterno alla sua ricetta. Però, giurerei amore eterno anche a questo ripieno, a dire la verità. Tu sei sempre più bravo: come la mettiamo???? :-))9
    Grazie ancora, per tutto
    ale

    RispondiElimina
  4. Be qua si declamano pure poesie...oltre a piatti sempre poetici....Bravo Gianni, come sempre!

    Nel mio blog c'è un piccolo pensiero per te, spero ti faccia piacere...in ogni caso non sentirti obbligato, un grande bacio e buona domenica!!!
    elena

    RispondiElimina
  5. complimenti per queste crepes da menzione speciale ^_*
    e poi, anche poeta sei? fortunata Emanuela che ha trovato cotanto omo!!!!

    RispondiElimina