mercoledì 25 giugno 2014

TORTA AL CACAO



E dopo la ricetta per partecipare all'MTC ecco che arriva quella per il Recipe-tionist di giugno.
La vincitrice di maggio è stata Stefania del blog Cardamomo&co. Per i pochi che non lo sanno Stefania nel suo blog propone tutte ricette gluten-free e scorrendone la lista non si può non restare colpiti dalla quantità e dalla qualità delle stesse.
Deciso che la mia assenza dal Recipe-tionist era stata fin troppo lunga ho cominciato a scorrere l'elenco delle ricette di Stefania  e ne ho salvate una quindicina. Ho lasciato in sospeso la scelta della ricetta da riproporre proponendomi di rileggerle e poi decidere.
Sono passati alcuni giorni e, visto che ai lupi del Grest a metà pomeriggio devo preparare una merenda che può essere frutta, poco richiesta, pane e Nutella, un plebiscito, o delle torte, abbastanza richieste, ho pensato di guardare se tra le ricette di Stefania ci fossero delle torte interessanti e di semplice realizzazione.
Ho dimenticato l'elenco che mi ero estrapolato precedentemente e mi sono concentrato sulle torte.
Scorrendone i titoli ho visto e ricordato che, quando ero stato io il Recipe-tionist del mese (ottobre 2012), Stefania aveva partecipando proponendo la mia torta alle mandorle chiaramente in versione gluten-free (qui). Questo mi ha ulteriormente convinto a riproporre una sua torta.
Dopo aver letto attentamente diverse possibili ricette ho scelto la Torta al cacao e qui trovate la ricetta di Stefania. Perché l'ho scelta? Solo ed esclusivamente per il post e la dedica che accompagnano la ricetta di Stefania anche se sarebbe più corretto affermare che è la ricetta l'accompagnamento.
Chi mi conosce e conosce le mie precedenti partecipazioni al Recipe-tionist sa che mi piace riproporre le ricette sfruttando la concessione che ti da il regolamento di cambiare un ingrediente e/o la presentazione della ricetta. Questa volta avevo deciso che avrei ripetuto pedestremente la ricetta di Stefania perché mi sembrava offensiva qualsiasi variante.


Ma, come spesso accade, avevo fatto i conti senza l'oste.
Avevo preparato e pesato tutti gli ingredienti e mi stavo accingendo ad iniziare la preparazione della torta quando si è avvicinato mio fratello e abbiamo cominciato a scambiarci le idee su una prossima cena che dobbiamo organizzare. Nel frattempo, decisamente distratto dal colloquio, ho messo tutti gli ingredienti, escluso il burro che stava sciogliendosi, nel vaso della planetaria e l'ho fatta partire. Immediatamente ho avuto la sensazione di aver sbagliato qualcosa e dando un'occhiata alla ricetta sul tablet mi sono reso conto che dovevo fare montare le uova con lo zucchero. Imprecando a destra e a manca fermo tutto. E adesso? il primo impulso è stato quello di buttare tutto e rifarlo. Problema; non avevo più né farina di riso né nocciole.
Dopo qualche istante avevo deciso. Ho versato il contenuto della planetaria in una ciotola, ho pulito il vaso, ho versato 3 uova e 80 g di zucchero e via a montare fino al raddoppio. Ho quindi aggiunto l'impasto recuperato ed il burro. La quantità di uova e zucchero che ho montato era la metà rispetto a quanto previsto dalla ricetta ma altre 6 uova e 160 g di zucchero mi sembravano davvero troppo.
La torta è venuta bene ed è stata divorata dai "lupi" che l'hanno molto apprezzata e mi hanno richiesto di rifarla. Stavolta che faccio? Uso le dosi giuste?


Con questa ricetta partecipo al Recipe-tionist di Giugno 2014

INGREDIENTI (tortiera in silicone da 27 cm)
6 uova
160 g zucchero semolato
30 g di cacao amaro
100 g di farina di riso
40 g di fecola
160 g di farina 00
50 g di nocciole tostate e tritate
60 g di burro
1 cucchiaino di bicarbonato
Zucchero a velo
mia aggiunta per errore
3 uova
80 g zucchero semolato

PREPARAZIONE
Versare le uova con lo zucchero nel vaso della planetaria (anch'io KA e anch'io felice) e sbatteli con la frusta fino al raddoppio. Aggiungere le farine ed il cacao setacciati quindi le nocciole tostate e tritate; mescolare bene per amalgamare il tutto. Fare sciogliere il burro e incorporarlo ancora caldo all'impasto aggiungendolo a filo.
Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato (io in silicone) quindi mettere nel forno già caldo a 180°C se statico o a 170°C se ventilato e fare cuocere per 30 minuti circa.
Fare il solito controllo con lo stecchino per verificarne la cottura (deve uscire asciutto).
Fare raffreddare quindi sformare la torta e metterla su un piatto di portata.
Spolverizzare con zucchero a velo.
Stampa il post

4 commenti:

  1. Carissimo Gianni, ti ringrazio per la scelta di questo post, più che per la scelta della torta. Sei grande anche in questo <3
    P.s. Nella mia torta io ho sostituito 160 g di farina 00 con 100 g di farina di riso, 40 di fecola e 20 di maizena, non ho capito se c'è un errore di battitura oppure tu hai aggiunto anche 160 g di farina 00...

    RispondiElimina
  2. Gianniiiiiii, sei un grande!! Non solo sei riuscito tra i due miliardi di impegmi a trovare tempo per THE RECIPE-TIONIST, ma hai anche trovato il modo di sfruttarlo per il circolo.....mi sa che questa torta diventerà un must lì da voi e soprattutto....ora sai anche che puoi proporre interi menu gluten free ;).... grazie caro, un abbraccio grande, Flavia

    RispondiElimina
  3. Complimenti, bellissimo blog e buonissime ricette! Mi sono aggiunta con piacere ai tuoi sostenitori, se ti garba passa da me.
    Grazieee e buon pomeriggio
    ciaoooo

    http://pentoleevecchimerletti.altervista.org

    RispondiElimina
  4. ciao Gianni che carino e ricco di cose belle il tuo blog, ti ho scoperto grazie ad una ricerca e ne sono felice perchè ho ritrovato tante golose tentazioni ti sei conquistato una nuova fans a presto rosa di kreattiva
    se ti va vienimi a trovare nel mio mondo ;-)

    RispondiElimina