domenica 6 novembre 2011

ORECCHIETTE CON FORMAGGI E FUNGHI SU CREMA DI ZUCCA


Qualche settimana fa mi sono arrivati da Atmosfera Italiana i 3 formati di pasta del Pastificio Benedetto Cavalieri, in modo da partecipare al loro 3° contest.
Uno di questi formati sono le orecchiette e qui è nato il dilemma; come le preparo?
Alle cime di rapa? No, troppo banale. Alla sarda con pomodoro e pecorino? No, anche queste non mi convincono. Pensa e ripensa l'altra sera mi capita di vedere su Gambero Rosso Channel una trasmissione del programma di Simone Rugiati dove preparava dei gnocchetti con un condimento che, secondo me, si poteva sposare benissimo anche con le orecchiette. Detto, fatto. Acquistati gli ingredienti, oggi per pranzo: Orecchiette con funghi e formaggi su crema di zucca


Con questa ricetta partecipo al contest di Atmosfera Italiana - Pasta solo pasta


Con questa ricetta partecipo al contest di Farina, lievito e fantasia - Con un po' ... di zucca



INGREDIENTI (per 4 persone)

320 g di orecchiette
100 g di taleggio
100 g di provola fresca
1 mozzarella
100 g di formaggio grana gratuggiato
200 g funghi pioppetti o chiodini
1 scalogno
400 g di zucca mantovana
1/2 cipolla bianca
2 rametti di rosmarino
2 fette di lardo
50 g di pancetta tagliata a fiammifero
1/2 l di brodo vegetale (acqua, cipolla, sedano, carota)
Olio extra vergine d'oliva
Sale
Pepe

PREPARAZIONE

In una pentola mettere l'acqua, mezza cipolla, un carota, una costa di sedano, un pugno di sale grosso e qualche grano di pepe. Portare a bollore e fare cuocere per circa 20 minuti.
Mantenere il brodo caldo.
Pulire e tritare finemente la mezza cipolla quindi tagliare a pezzettini la zucca.
In una padella versare un filo di olio EVO con la cipolla e fare soffriggere leggermente a fuoco basso. Quando la cipolla comincia a diventare trasparente versare un mestolino di brodo quindi aggiungere la zucca e mescolare bene. Versare del brodo fino a quasi coprire la zucca, aggiungere una fetta di lardo ed un rametto di rosmarino, quindi coprire con un coperchio e lasciare cuocere fino a quando la zucca non sarà morbida (il tempo dipende anche dalla dimensione dei pezzetti di zucca).
Togliere il rametto di rosmarino dopo 5 minuti altrimenti rilascerà un retrogusto amaro.
Tritare finemente lo scalogno, pulire i funghi e tritarli in pezzetti piccoli.
In una padella versare un filo d'olio EVO con lo scalogno e quando quest'ultimo ha preso calore aggiungere un mestolino di brodo.
Aggiungere i funghi tritati, una fetta di lardo ed un rametto di rosmarino. Mescolare bene e tenere il tutto umido ma non bagnato con il brodo. Anche in questo caso dopo 5 minuti togliere il rosmarino.
Gettare la pasta in una pentola con abbondante acqua salata (il Pastificio Benedetto Cavalieri consiglia 1 l di acqua ogni 100 g di pasta).
Quando la zucca è cotta versare tutto nel bicchiere del miniprimer e frullare il tutto allungando, eventualmente con il brodo di cottura. Controllare la sapidità e mantenere calda la crema ottenuta.
Tagliare a pezzettini piccoli i formaggi ed aggiungerli ai funghi allungando con un poco di brodo e mescolare fino a quando, sciogliendosi, non creano una crema leggermente filante.
In un pentolino con poco olio EVO fare soffriggere la pancetta tagliata a fiammifero fino a quando non sarà diventata croccante.
Un paio di minuti prima della completa cottura della pasta, scolarla e versarla nella padella con funghi e formaggi e mantecando bene con il formaggio grana ed eventualmente un poco di brodo. Completare la cottura della pasta.
Coprire completamente il fondo del piatto con la crema di zucca, posizionare un coppapasta e riempirlo con la pasta mantecata quindi rimuoverlo (non serve a dare sostegno alla pasta ma solo a concentrarla in una parte del piatto).
Completare con la pancetta croccante e decorare con un rametto di rosmarino.
Stampa il post

20 commenti:

  1. siiiiiiiiiiii, sono tutti ingredienti fantastici, di stagione e insieme fanno un piatto goloso. Io questa sera, zucca come te ma con salsiccia e riso...Buona serata, Vale

    RispondiElimina
  2. Questo primo dev'essere delizioso...complimenti!!!! e buon inizio week!!! ;-)))

    RispondiElimina
  3. Favolose queste orecchiette, complimenti.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  4. Uno stupendo primo piatto! E se lo dice una fanatica della zucca... Braverrimo! :) buona serata! Alessia

    RispondiElimina
  5. devono essere ottime!!! complimenti...buona serata.

    RispondiElimina
  6. Adoro la zucca e li trovo fantastici!!!mi sa che dopo il tanto meditare tu abbia trovato un abbinamento perfetto! complimenti!! un abbraccio B.

    RispondiElimina
  7. Splendido accostamento di sapori e colori!

    RispondiElimina
  8. Questo piatto è una meraviglia...chissà che sapore!!
    Complimenti e in bocca al lupo per il contest!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  9. Un primo piatto che è un trionfo di sapore, complimenti!

    RispondiElimina
  10. Che buona! Mi vien fame già a quest'ora!
    Ale

    RispondiElimina
  11. Bella e buona ricetta Gianni, da provare!!!
    baciussss

    RispondiElimina
  12. Ottime davvero, quella cremina è proprio invitante. Bravo!

    RispondiElimina
  13. Sei riuscito a mettere insieme gli ingredienti piu' golosi della stagione: ne assaggerei volentieri un bel piatto di queste orecchiette!

    RispondiElimina
  14. buonoooooooooooooooooooooooooooo......Complimenti.

    RispondiElimina
  15. Ciao e piacere io sono Carla, grazie di giocare con noi..... mmm davvero interessante la ricetta , decisamnete ben curata la presentazione e gli ingredienti... mmmm da super goduria :-))))))
    Carla

    RispondiElimina
  16. Gianni che meraviglia di ricetta :D

    RispondiElimina
  17. Che buona questa pasta autunnale, proprio quello che ci vuole in questi giorni. Da oggi ti seguo e mi preparo per il tuo contest. Buona giornata, Babi

    RispondiElimina
  18. ciao, molto bella questa pasta: una 4 formaggi arricchita dala pancetta e resa ancora più completa con la crema di funghi!
    bellissima idea!
    baci baci

    RispondiElimina
  19. Mi era sfuggito questo goloso piatto. Bravo, come sempre, Gianni!

    RispondiElimina