sabato 14 luglio 2012

SPITINI SICILIANI ALLA MIA MANIERA


Qualche tempo fa avevo visto alla televisione un servizio sulla cucina da strada in Italia e ricordo che parlando di Palermo si faceva riferimento a degli involtini di carne cotti alla griglia.
Non ne avevo afferrato il nome ma alla fine ho scoperto che si chiamano spitini e ho trovato questa ricetta qui.
Sulla base di questa ricetta ho elaborato la mia versione cambiando alcuni ingredienti e omettendone altri visto che l'uvetta, come i canditi, sono banditi dalla Manu.
Per la cottura ho utilizzato il mio fidato barbecue facendo tesoro del motto di Steven Raichlen di Barbecue! Bible per cui "qualunque cibo, cotto in qualsiasi modo, al barbecue è più buono".
Per ricordare ancor più la Sicilia ho accompagnato gli spitini con un'insalatina composta da pomodori ramati (solo la polpa esterna), spicchi di arancia tagliati a vivo, cipolla bianca e foglioline di basilico greco; il tutto condito da sale, olio evo e succo di limone.






















INGREDIENTI (per 4 persone)
16 fettine di linza di maiale
1 mozzarella
4 cucchiai di formaggio grana grattugiato
Qualche fogliolina di basilico greco
20 foglie di alloro
1 cipolla bianca
Pinoli
Pane grattugiato
2 cucchiai di farina gialla
Olio extra vergine d'oliva
Sale
Pepe

PREPARAZIONE
Prendere le fettine di lonza e renderle ben sottili con il batticarne.
Tostare rapidamente i pinoli in una padella molto calda.
Tritare finemente mezza cipolla mentre con l'altra metà ricavare una ventina di quadratini da circa 2-3 cm di lato.
Mettere la cipolla in una ciotola con la mozzarella tagliata a dadini piccoli, il formaggio grana grattugiato, i pinoli e il basilico tritato.
Amalgamare tutti gli ingredienti ed aggiungere sale e pepe.
Stendere bene le fettine di carne, aggiungere un poco di ripieno e realizzare degli involtini. Se possibile risvoltare i bordo della carne per evitare la fuoriuscita del ripieno altrimenti tenerlo un pochino all'interno (arriverà lo stesso all'esterno sciogliendosi in cottura).
Preparare gli spitini utilizzando 2 spiedini di legno, distanziandoli circa un cm, inserendo nell'ordine la foglia di alloro, il quadratino di cipolla, l'involtino e così via terminando con cipolla ed alloro.
In un piatto miscelare il pane grattugiato e la farina gialla quindi ungere gli spiedini con un poco di olio evo e passarli nell'impanatura ambedue i lati.
Accendere il barbecue tenendo una zona molto calda ed una zona tiepida e posizionare gli spiedini con gli involtini nella zona calda e la parte da impugnare nella zona tiepida.
Cuocere gli spiedini 3-4 minuti per lato.
Servire bei caldi con l'insalatina più sopra riportata.
Stampa il post

4 commenti:

  1. ottimi questi spitini..non li avevo mai sentiti... e complimenti anche per l'insalata fresca e profumata...il barbecue è sempre uno strumento di festa ...sarà che lo accendo solo quando siamo in compagnia... buon w-e!

    RispondiElimina
  2. uno "spitino" davvero curioso, non lo conoscevo nemmeno io, ma siccome il barbecue in estate lo si fa spesso, mi ricorderò di questa tecnica delle fettine col ripieno, bella idea :)
    molto sorpendente la insalata che accompagni, l'arancia in verdure non la pensavo proprio !

    RispondiElimina
  3. Sì sono la normalità da noi... anche. Se l'uvetta sarebbe fondamentale... Ma quando non si puoö

    RispondiElimina
  4. Gianni, che bontà!! ma lo sai che a me il lusso del barbecue manca un sacco!!?dovrò aspettare di andare dai miei per godermi quei sapori che solo quella cottura può restituire...e poi sarà mio papà a darsi da fare, il chè per me è una pacchia:)))
    Un abbraccio anche a Manu, Vale

    RispondiElimina