venerdì 17 giugno 2011

CLAFOUTIS ALLE AMARENE


A volte ti capitano cose che non ti aspetti.
Ho già avuto modo di dire che mia moglie Emanuela ed io ci siamo conosciuti tramite internet nel 2000 e questo nonostante si sia scoperto successivamente che abbiamo frequentato gli stessi luoghi e, soprattutto, di avere tante conoscenze in comune.
Diciamo che è stato il destino che ha scelto il momento giusto; il momento in cui i nostri subconsci si stavano cercando.
A metà ottobre dello scorso anno ho saputo che Anna, sorella di una cara amica, aveva aperto un blog. Ci avevo pensato da tempo ma per pigrizia non mi ero mai deciso ad aprirne uno mio.
Detto, fatto. Primi post, prime visite. Intanto navigavo nella blogosfera per cercare di capire come funzionava questo mondo di cui avevo sempre sentito parlare ma non avevo mai frequentato. Intanto pubblicavo qualche ricetta e iniziavo a partecipare a qualche contest. Proprio partecipando ad uno di questi, per la precisione, Controcorrente de La renna in cucina, un giorno (23-12-2010) ricevo un commento alla ricetta "Millefoglie di salmone e kiwi" da Eleonora del blog "Burro e miele". Per cortesia vado a visitare il suo blog, che ancora non conoscevo, e ... sorpresa: i suoi post non sono solo ricette, peraltro sempre particolari e ben presentate, ma .... raccontano una storia. Da quel giorno confesso che aspetto sempre i nuovi post anche per la ricetta ma, soprattutto, per il racconto che quasi sempre riesce a sorprenderti e a emozionarti. Da allora le nostre frequentazioni nei rispettivi blog o su "Faccialibro" si sono moltiplicate e ogni volta che pubblico qualcosa mi aspetto un suo commento e, confesso, le poche volte che non succede, rimango deluso.
Devo dire che mi ha preso anche un po' in giro per via, sempre per lo stesso contest, del mio "Dessert controcorrente". A proposito ho scoperto che una gelateria di Napoli propone il gelato alle cozze e, udite udite, Giancarlo Vissani propone delle tagliatelle con gelato alle regalie di pollo. Accidenti, mi copiano le idee ....
Comunque un giorno scopro che il mio blog sta arrivando a 10.000 visitatori quindi ho pensato di invitare il 10.000mo visitatore a dimostrarmelo inviandomi l'immagine con l'indirizzo che gli avrei mandato un regalo. E chi ha vinto? Ma che ve lo dico affà! Chiaro Eleonora. Visto che qualche giorno prima, su FB aveva scritto che le sarebbe piaciuto partecipare al contest Garofalo ma che purtroppo in Francia (dove risiede, ancora per poco)
non riusciva a trovarla. Quale migliore occasione per aggiungere al premio che avevo pensato qualche confezione di pasta Garofalo? Ma la cosa più bella è che Eleonora ha fatto un piatto spettacolare abbinato a un bellissimo racconto e .... ha vinto il contest.
Ma vaiiiiii!!!!
Non posso sapere se un giorno avremo occasione di incontrarci, ma non è importante. Importante è sapere di avere una amica in più e credo che sia lo stesso anche per lei.
Mi sono riguardato i miei primi post e li ho confrontati con gli ultimi e devo dire che ho cambiato decisamente l'impostazione e, nel mio piccolo, visto che mi è sempre piaciuto scrivere cerco di completare i post raccontando qualcosae questo è sicuramente dovuti all'influenza che hanno avuto i post di Eleonora.

Qualche giorno fa Eleonora ha presentato "L'originale clafoutis di ciliegie del Limuosin" e ho pensato di darle un sengno di ringraziamento riproponendolo alle amarene.

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Zampette in pasta - Una tira l'altra


INGREDIENTI

120 gr di farina
100 ml di latte
100 ml di panna fresca
100 gr di zucchero semolato
3 uova
Mezza stecca di vaniglia
30 gr di burro fuso
500 gr di amarene (dalla pianta di Fausto il fruttivendolo)
Zucchero a velo da spolverare



PREPARAZIONE


Accendere il forno a 240°C.
Mettere nel vaso della planetaria le uova, lo zucchero e la farina. Mescolare bene a velocità moderata. Estrarre i semi dalla mezza stecca di vaniglia e versarli nel vaso.
Fare sciogliere il burro e aggiungerlo. Mescolare il latte alla panna fresca e incorporarlo a filo. Fare mescolare a velocità media.
Lavare e pulire bene le amarene togliendo il picciolo.
Imburrare lo stampo e disporre le amarene una contro l'altra partendo dal centro dello stampo fino a un cm dal bordo quindi ricoprire il tutto con il composto versandolo delicatamente per non fare muovere troppo le amarene.
Infornare per 30 minuti.
Togliere il clafoutis dal forno e farlo raffreddare un poco quindi rovesciarlo su un piatto di portata.
Completare spolverado di zucchero a velo.
Consiglio di mangiarlo tiepido.
Stampa il post

15 commenti:

  1. ci sono cose che scaldano il cuore, come tutto quel che hai scritto e che nel profondo del mio essere condivido..eccome se condivido!
    io invece son sicura che prima o poi ci si incontrerà.
    Che dire se non....quel millefoglie al salmone e kiwi mi ha regalato un gran amico!! =)
    ti, anzi VI voglio bene!

    Il clafoutis con le amarene dev'essere fantastico...
    smuaaaackkkkk

    RispondiElimina
  2. Caro Gianni, questa storia è bellissima. Stesse emozioni per me che ho incontrato amiche fantastiche dopo aver aperto il mio blog solo 5 mesi fa. Che magnifica avventura. Ti abbraccio e continua così! Pat

    RispondiElimina
  3. adoro il clafoutis e le amarene solo a sentirle nominare mi fanno venire l'acquolina in bocca, te lo copio immediatamente....

    RispondiElimina
  4. Gianni, lo sai che Lolo adora le coccinelle del tuo blog???
    :))

    RispondiElimina
  5. Non dirmi nulla del blog...Gianni... anche a me dicevano apri un blog apri un blog..non capivo mica tutto quell'entusiasmo..ma ora so che non potrei farne a meno del mio bloghino..quanti amici e soprattutto quante soddisfazioni, certo eh..che si ci si incontra insieme con te ed Eleonora..beh sia chiaro..portate i vostri Clafoutis.... (la mia granita non posso portarla...si scioglierebbe!!!) buon weekend, Flavia

    RispondiElimina
  6. Ciao a sapere che ho amato il tuo blog e le vostre ricette sono perfette e sono molto buoni, molto creativi in cucina. E io sono un suo seguace. Vieni a me anche molto ben venuti. Saluti, Marta.
    Le mie ricette per ogni giorno.

    RispondiElimina
  7. Anch'io ci ho pensato tanto prima di aprire il mio blog e adesso non riuscirei più a farne a meno!!!
    Complimenti per questo buonissimo clafoutis!!!
    Grazie mille di partecipare al mio contest!!!
    In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  8. è una bella storia di amicizia...ed il tuo post mi fa riflettere..anche io ho aperto il mio blog a settembre l'anno scorso...peraltro dopo averci pensato un sacco...ma non ci credevo neanche io, e quindi i miei post sono diventati più frequenti solo da questa primevera..è un divertimento ed una passione davvero grande...

    RispondiElimina
  9. Bè allora possiamo dire che niente succede per caso? Anch'io ho conosciuto delle persone con cui si è instaurata una bella amicizia, tanto che poi ci siamo anche incontrate di persona...che dire del dolce? ghiottissimo...buon w.e.!

    RispondiElimina
  10. E' bellissima questa storia di amicizia nata sul web che hai raccontato...Anche io nel mio piccolo posso dire di aver conosciuto in questi 5 mesi di vita del mio blog tante persone fantastiche che un giorno spererei di incontrare anche di persona! E per quanto riguarda le coincidenze della vita... spesso ne nascono le cose migliori! Complimenti per il tuo clafoutis, è davvero invitante! Alessia :)

    RispondiElimina
  11. Sei ufficialmente responsabile dei continui attenttati alla mia linea!!!

    RispondiElimina
  12. Caro Gianni,quello che dici e racconti restituisce la bellezza del blog - nel nostro caso di cucina - e di facebook. E' bellissimo trovare nuovi amici e amiche condividendo le nostre passioni. Eleonora poi è speciale, sepre ricca di iniziative, brillante e disponibile nel dare consigli :) Sono felice di insìcontrarti, ero passata qualche sera fa per l'MT challege (io parteciperò a breve per la prima volta) e mi ero ripromessa di ripassare a darti un saluto. A presto, Valentina

    RispondiElimina
  13. Ma che bello questo post che trabocca di amicizia e simpatia.
    Siete entrambi speciali e dai vostri blog si vede... Davvero! Un bacione!

    RispondiElimina
  14. che bella storia di coincidenze, casualità ed amicizia! :) a volte il destino può fare sorprese meravigliose! a proposito di sorprese meravigliose, ti voglio ringraziare nuovamente per il premio, per un po' sono tornata a casa e finalmente ho potuto rendere omaggio a tuoi regali come si deve nel mio blog! Non vedo l'ora di utilizzare quegli stampini...sono divini!! ^^ grazie ancora e buon fine settimana!
    Benedetta

    ps: quando ho visto la foto del clafoutis di amarene avrei voluto mordere lo schermo!

    RispondiElimina
  15. Anche per me Eleonora è speciale... Ha una marcia in più, ecco! Il suo clafoutis alle ciliegie l'ho provato anch'io e, ovviamente, le ho dedicato l'intero post. E' bello che tra persone che condividono la stessa passione, come noi blogger, nascano delle amicizie così importanti... Lo dico sempre, io, che le anime preparano gli incontri molto prima che i corpi :-)

    RispondiElimina