domenica 3 giugno 2012

FRITTURA DI VERDURE MISTE


Oggi doveva essere una delle poche domeniche in cui potevo evitare di mettermi ai fornelli.
Infatti, ieri, Emanuela mi ha detto che avrebbe preparato lei il pranzo perché aveva voglia di mangiare le "sue" polpette.
Ma secondo voi potevo evitare di preparare qualcosa? Certo che no e, approfittando del fatto che oggi scade il termine per il contest di Donatella del blog Fiordirosmarino - Io amo le verdure - ho pensato di preparare, come antipasto, questa frittura mista di verdure. 





Ho utilizzato, zucchine, carote, fiori di zucca e foglie di salvia e come pastella la versione che avevo a suo tempo già utilizzato per il Kaki-Age.
Visto che tra gli ingredienti ci sono i fiori di zucca e che il tema del contest di Essenza in cucina e My taste for food, per il mese di giugno, è Petali nel piatto, approfitto per partecipare anche al loro contest.
Una curiosità, Cinzia, di Essenza in cucina, è stata la vincitrice del premio speciale del mio contest "Dolci in monoporzione" e, come premio, le ho inviato il libro "Mia nonna mangiava i fiori" scritto dal famoso pasticciere Igino Massari; ebbene, non so perché, ma me lo sentivo che uno dei temi che sarebbero stati proposti avrebbe riguardato i fiori.







Con questa ricetta partecipo al contest di Fiordirosmarino - Io amo le verdure


Con questa ricetta partecipo al contest di Essenza in cucina e My taste for food - Petali nel piatto




INGREDIENTI (per 4 persone)

2 zucchine
2 carote
12 fiori di zucca o di zucchina
12 foglie grandi di salvia
Olio di semi di arachide
Sale
Per la pastella
300 ml di acqua gassata gelata
150 g di farina 00
50 g di maizena
Un tuorlo d'uovo


PREPARAZIONE
Preparare la pastella; versare l'acqua in una ciotola con il tuorlo e mescolare per amalgamarlo bene. Versare tutte le farine e mescolare velocemente in modo da ottenere una pastella uniforme e cremosa. Lasciare riposare in frigorifero almeno mezz'ora. Volendo si possono aggiungere dei cubetti di ghiaccio per raffreddarla ulteriormente ma, in questo caso, diminuire la quantità di acqua.
Lavare ed asciugare bene le zucchine e le carote. Sciacquare i fiori di zucca e le foglie di salvia ed asciugarli bene con un panno carta. Eliminare i pistilli interni dei fiori e tagliare il gambo.
Tagliare per il lungo le zucchine in modo da ottenere 3 fette; dalla fetta interna eliminare la parte centrale e dalle fette esterne ricavare 3 strisce. Allineare le strisce ottenute e tagliarle in 3 parti uguali.
Se le carote sono grosse fare la medesima operazione delle zucchine eliminando la parte interna che sarà decisamente più dura altrimenti dividere la carota in 4 parti e tagliarle per ottenere bastoncini simili a quelli delle zucchine.
Mettere sul fuoco un pentolino con abbondante olio di semi d'arachide e portarlo alla temperatura ideale per friggere (ca. 170°C). Io, per comodità uso un termometro, altrimenti immergere uno stuzzicadenti e verificare il formarsi di bollicine intorno allo stesso.
Prendere la pastella, dare una veloce mescolata ed immergere le verdure in modo che la pastella stessa aderisca da ogni parte. 
Per capienza del pentolino ho dovuto friggere a più riprese ed ho quindi cotto prima le carote, che hanno la cottura più lunga, poi le zucchine e, per finire, fiori di zucca e foglie di salvia.
Per mantenere il fritto croccante, dopo aver scolato le verdure fritte e fatte asciugare su un panno carta assorbente, metterle in un piatto, anch'esso con un foglio assorbente, all'interno del forno a 80°C con l'anta parzialmente aperta.
Completata la frittura salare e servire immediatamente.
Stampa il post

8 commenti:

  1. Ciao Gianni...che bello questo antipastino, gustoso e colorato...grazie!!!

    RispondiElimina
  2. Adoro questi fritti, ti son venuti benissimo.

    Buona giornata da me

    RispondiElimina
  3. io amo la frittura, e questa è bellissima in primis e poi....penso anche buonissima!!
    baci

    RispondiElimina
  4. Quanto ci piace il fritto di verdure! ottimo davvero!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. Io trovo che questo antipastino sia squisito.Ormai da qualche anno viene proposto anche come accompagnamento all'aperitivo nei ricevimenti importanti, io l'ho provato per la prima volta ad un matrimonio e ho subito pensato che fosse un'ideona!!
    Il kaki-age, già, ma lo sai che è l'MTC che mi è rimasto più nel cuore?? sarà anche perché stato il primo a cui ho partecipato;)
    Buona settimana, Vale

    RispondiElimina
  6. Il fritto è bellissimo e sembra anche mooolto fragrante, non sai quanto mi piaccia poi la salvia in questo modo :) Grazie!! Le ricette iniziamo ad inserirle dal 5 del mese.
    Il libro lo trovo bellissimo! Quando è arrivato mi sono detta "ma com'è che Gianni ha indovinato che i fiori in cucina mi affascinano un mondo?"
    I temi ed il calendario colori erano già stati programmati a dicembre, quando io e la Vale abbiamo concordato il planner dei colori
    Ma il 5 posterò la ricetta "traccia" per il contest... preparati ;))
    un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
  7. che fritto speciale...io purtroppo non friggo mai neanche al ristorante e devo dire che ogni tanto mi manca mangiare un bel piatto di verdure così!:-)

    RispondiElimina
  8. Ciao adoro le verdurine fritte e queste sembrano davvero speciali, complimenti

    RispondiElimina