domenica 14 ottobre 2012

SPAGHETTI SBRINZ E PEPE


Qualche settimana fa ho scoperto il concorso organizzato dal Consorzio Formaggi della Svizzera – Switzerland Cheese Marketing Italia in collaborazione con il blog Peperoni e patate e ho deciso di parteciparvi.
Il concorso prevede la reinterpretazione, da parte di blogger italiani, di piatti della tradizione italiana che abbiano tra gli in gredienti principali il formaggio sostituendo quello originale con uno dei 3 più famosi formaggi svizzeri: Emmentaler DOP, Sbrinz DOP e Le Gruyére DOP.
Dopo l'iscrizione mi sono arrivati 2 pezzi da ca. 1,5 kg dei 2 formaggi da me scelti: lo Sbrinz DOP e l'Emmentaler DOP.
Chiaramente sono due formaggi che già conoscevo e mi ero fatto un'idea su quali ricette reinterpretare; ho assaggiato quelli che mi hanno mandato e ho avuto la conferma che le mie idee ci sposavano benissimo con i sopra citati formaggi.
Ho deciso di preparare due ricette, ognuna con uno dei formaggi ricevuti, un primo ed un secondo.
La prima è questa rivisitazione della classica pasta romana Cacio e pepe e che avevo preparato recentemente nella sua ricetta tradizionale (qui).
Rispetto alla ricetta originale ho aggiunto mezzo bicchiere di latte per facilitare la fusione del formaggio ma, sinceramente, lo si può tranquillamente fare nel modo tradizionale con l'acqua di cottura della pasta.
Per questa preparazione lo Sbrinz DOP si è rivelato perfetto sia per la sua consistenza adatta ad essere grattugiata, sia per il suo sapore che surroga alla grande il pecorino romano.
Ad essere onesti la mia tester, mia moglie Manu, che le ha assaggiate ambedue ha preferito quella con lo Sbrinz DOP e, personalmente, la penso allo stesso modo.















Con questa ricetta partecipo al contest di Peperoni e patate - La Svizzera nel piatto





INGREDIENTI (per 4 persone)
320 g di Spaghetti
160 g di Sbrinz
1/2 bicchiere di latte
Pepe
Sale

PREPARAZIONE
Fare cuocere in abbondante acqua leggermente salata (lo Sbrinz è già saporito di suo) gli spaghetti.
Nel frattempo mettere sul fuoco una padella; versare il latte, aggiungere lo Sbrinz grattugiato, il pepe nero a piacere e un mestolino di acqua di cottura della pasta.
A fuoco moderato fare sciogliere il formaggio Sbrinz; deve formarsi una sorta di crema.
Se necessario aggiungere altra acqua di cottura.
Scolare la pasta un paio di minuti prima, tenendo da parte un po' dell'acqua di cottura, e versarla nella padella con il condimento.
Amalgamare bene con la crema di formaggio aggiungendo un po' dell'acqua tenuta da parte, per completare la cottura della pasta.
Servire la pasta ben calda dando un ulteriore mancinata di pepe e una spolverata di Sbrinz grattugiato.
Stampa il post

4 commenti:

  1. Ottima la scelta dello Sbrinz!! io lo metto in un risotto a base di salmone e spinaci di cui avevo letto la ricetta in un libricino tanti anni fa e devo dire che il mix di sapori è favoloso.
    La tua reinterpretazione è da assaggiare, senza dubbio...gustosissima!
    buona settimana,
    Vale

    RispondiElimina
  2. che bbuonii,poi con quelle bandierine mi sento a casa

    RispondiElimina
  3. Adoro cacio e pepe, per cui questa tua versione non può che ammaliarmi! Vista la valutazione tua e di tua moglie non rimane che provare questa versione!
    Anche l'idea della valdostana mi piace molto e anche l'eliminazione del prosciutto per far risaltare il formaggio trovo che sia un'ottima idea, soprattutto visto il tema del contest!

    Gianni, grazie mille per il tuo contributo!

    RispondiElimina