giovedì 16 aprile 2020

SPAGHETTI CON CREMA DI FOGLIE DI CAVOLFIORE E CAROTE


Il gruppo dell'MTC su Facebook è pieno di iniziative e visto questo periodo di "clausura" forzata ci è venuta voglia di tornare in qualche modo a sfidarci. Non è un ritorno alle vecchie sfide dell'MTC ma, un modo per tenerci attivi.
Alessandra e Greta hanno proposto di fare della pasta secca utilizzando per il condimento gli scarti di altri prodotti. Attenzione: ho detto scarti e non avanzi.


La mia scelta è andata subito sugli spaghetti aglio, olio e peperoncino su crema di bucce di patate con decoro di crema di carote e di foglie di ravanelli. Alessandra mi ha fatto presente che il peperoncino avrebbe probabilmente ucciso il resto. Ho tolto il peperoncino e l'aglio sostituendo solo quest'ultimo con dell'olio evo aromatizzato all'aglio.
Ho sostituito le patate con le foglie di cavolfiore e non ho fatto la crema con le foglie di ravanello perché non li ho trovati, 


Il risultato non è stato male e l'olio all'aglio gli dà una marcia in più.
Ci sarebbe stata bene un'acciuga nelle crema con le foglie di cavolfiore ma quella non si può dire che sia propriamente un'avanzo.
Il pane fatto così lo uso spesso anche con risotti cremosi per dare un po' di croccantezza che non ci sta male.
La crema di cavolfiore l'avrei voluta un po' più liscia ma nonostante 20 minuti di mixer non ho ottenuto il risultato che avrei voluto e che mi avrebbe consentito di fare un effetto diverso con la crema di carote. Forse avrebbe aiutato un po' di patata ma, come già detto, non sarebbe stato un avanzo.
Comunque questo è un ottimo metodo per considerare quante cose buttiamo e che in realtà potrebbero usate altrimenti.
Ad esempio è aro che butti i rametti del prezzemolo perché li uso da mettere nel brodo o per aromatizzare dei condimenti.

INGREDIENTI (per 2 persone)
160 g di spaghetti
Foglie di un cavolfiore
Bucce di 4-5 carote
Olio extra vergine d'oliva
Olio all'aglio
Pane raffermo
Sale
Pepe
Menta fresca

PREPARAZIONE
Lavare bene gli scarti di cavolfiore, scottarli in acqua bollente salata per un minuto, scolarli e raffreddarli velocemente. Versarli nel bicchiere del mixer ad immersione, aggiungere un poco d'olio evo, e frullare aggiungendo se necessario un poco di acqua fino ad ottenere una crema liscia.
Ripetere l'operazione con le bucce di carote. Tenere le due crema in caldo.
Mettere a bollire abbondante acqua salata quindi cuocere gli spaghetti.
Macinare grossolanamente il pane raffermo e farlo saltare rapidamente in un padellino con un filo d'olio evo.
Quando gli spaghetti saranno cotti scolarli bene, rimetterli nella pentola e condirli con olio evo e una macinata di pepe.
Stendere a specchio sul piatto la crema di cavolfiore quindi, con una pinza e un mestolo formare un nido di spaghetti e metterlo al centro del piatto.
Mettere la crema di carote in un biberon e versarla facendo un paio di giri attorno agli spaghetti.
Con uno stuzzicadenti fare una spirale lungo la crema di carote facendo tutto il giro.
Completare distribuendo a pioggia sugli spaghetti il pane raffermo e completare con qualche fogliolina di menta.

4 commenti:

  1. non solo mi attira la ricetta, ma è anche molto belo il gioco di colori!

    RispondiElimina
  2. Cavolfiore e carote sono entrambi dolci, anche se con sapori ben diversi e bene hai fatto a optare per un olio all'aglio, che ha esaltato il sapore del primo e non ha ucciso le seconde. Per ottenere una crema più liscia, era necessario il setaccio: non c'è minipimer che tenga, mi sa. Bella l'idea del pane raffermo tostato, che completa il piatto, dà una consistenza croccante e chiude il cerchio del non si butta via niente :) Bravo!

    RispondiElimina
  3. Ti dico anche qui che io, anche dopo colazione, una bella forchettata la gradirei...

    RispondiElimina
  4. Golosissimi! Mi è venuta un'acquolina....

    RispondiElimina