venerdì 20 gennaio 2012

OSSO BUCO ALLA MILANESE


Anche questo mese è arrivato il momento di realizzare la ricetta per The Recipe-tionist il contest a cadenza mensile ideato ed organizzato da Flavia di Cuocicucidici.
Il mese di dicembre è stato vinto da Helga del blog Pâtes et pattes pertanto questo mese si deve realizzare una ricetta presente in questo blog.
E' un blog che non conoscevo: Helga con un suo stile molto personale e, in compagnia della splendida Magali, presenta tante ricette per tutti i gusti.
Vista la vena dolce del periodo, inizialmente avevo pensato a rifare uno dei tanti dolci e/o dessert presenti ma poi, considerando la varietà di proposte, ho cominciato a curiosare anche tra le altre categorie.
Alla fine ho scelto la ricetta "Ossobuco e grani d'oro" che si avvicinano molto agli ossibuchi alla milanese.
Devo dire che è stata una scelta molto apprezzata in famiglia e, come dice sempre Magali, la splendida micia di Helga, "leccatevi i baffi!".




Con questa ricetta partecipo a "The Recipe-tionist" di Gennaio ospitato da Pâtes et pattes




INGREDIENTI (per 4 persone)
Per gli ossibuchi
4 ossibuchi di vitello
1 cipolla bianca
Farina bianca
Brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
Olio extra vergine d'oliva
2 noci di burro
Prezzemolo tritato
Buccia di limone grattugiata

1 spicchio d'aglio
Sale
Pepe
Per il risotto
320 gr riso Carnaroli
1 bustina di zafferano
1 bicchiere di vino bianco
Brodo vegetale
Olio extra vergine d'oliva
2 noci di burro
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
Sale


PREPARAZIONE
Preparare il brodo vegetale che servirà sia per gli ossibuchi che per il risotto.

Ossibuchi
Tritare finemente la cipolla e metterla in una padella con il l'olio EVO ed il burro e a fuoco moderato stufare la cipolla senza bruciarla.
Nel frattempo incidere con un coltello la membrana presente intorno agli ossibuchi in 3-4 punti per non farli arricciare durante la cottura.
Infarinare bene da entrambi i lati gli ossibuchi e, quando la cipolla sarà diventata trasparente, metterli nella padella a farli rosolare bene da entrambi i lati.
Versare il vino bianco e farlo evaporare; aggiungere un paio di mestoli di brodo caldo, mettere il coperchio lasciando una piccola fessura e lasciare cuocere a fuoco moderato.
Tenere controllato che ci sia sempre del liquido nella padella e che gli ossibuchi siano sempre umidi. Non girarli per non fare fuoriuscire il midollo dall'osso ma muoverli spesso in modo che non attacchino.
Lasciare cuocere per ca. 90 minuti
Nel frattempo preparare la gremolada; tritare finemente il prezzemolo e l'aglio, grattugiare la buccia di un limone (chiaramente non trattato) e mescolare bene il tutto in una ciotola.
A 10 minuti dal termine della cottura aggiungere la gremolada spargendola bene sugli ossibuchi, aggiustare di sale e pepe e versare ancora un po' di brodo.
Risotto
Fare sciogliere una noce di burro in una pentola con un po' di olio EVO quindi unire il riso e farlo tostare bene per un minuto; versare il bicchiere di vino e fare evaporare bene.
Portare a cottura, mescolando, il risotto aggiungendo a più riprese il brodo bollente.
Quasi a termine cottura aggiungere lo zafferano, un mestolino di brodo, aggiustare di sale e mescolare bene.
Togliere dal fuoco e mantecare il risotto con il restante burro e il parmigiano reggiano grattugiato.

Versare il risotto in un coppa pasta a lato nel piatto, posizionare a fianco l'ossobuco e completare aggiungendo in abbondanza il condimento degli ossibuchi.
Stampa il post

11 commenti:

  1. La mia passione sono i primi, insomma la carne non è che mi faccia impazzire, ma la foto di questo piatto mi ha lasciato a bocca aperta, mi sembra di sentirne il sapore! Se oggi trovo dei begli ossibuchi, domenica provo questa ricetta. Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Gianni, intanto anche questo mese grazie e sono contenta che lo scopo del mio contest sia stato compreso...conoscere altri blogger e soprattuto provare davvero alcune ricette degli stessi!!!
    Che dire?? Che non sono ancora le 9.00 , ma con il tuo piatto ci farei colazione!!!
    Un buonissimo weekend, Flavia

    RispondiElimina
  3. mamma mia mamma mia che meraviglia!! l'ossobuco è uno dei miei piatti preferiti in assoluto. ti è venuto alla perfezione! la goduria massima è fare "la scarpetta" col midollo... a casa faccio inorridire tutti, ma sarebbe un delitto lasciarlo lì, no?
    buon weekend :)

    RispondiElimina
  4. Magali direbbe "Chapeau!", io che sono un po' più terra, terra dico "Che meraviglia" per due motivi la presentazione e la cottura dell'ossobuco sono stupendi e poi un uomo in cucina è veramente da apprezzare, anche perchè nella mia cucina nessun uomo si è messo mai ai fornelli! Helga e Magali

    RispondiElimina
  5. Ma dai non dirmi che sei dell'Istrice! Mio marito è di origine senese (Bianciardi) e in quel di Siena ha un sacco di parenti della contrada dell'Istrice, guarda quanto è piccolo il mondo!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! E' proprio come quello che mi fa mia suocera che, credimi, è SUPERBOOOO!!!! Hai fatto commuovere, oltre che le papille, anche il mio cuore meneghino.
    Nora

    RispondiElimina
  7. Gianni, siamo sulla stessa lunghezza d'onda!! pensavo di fare qualcosa di simile per domani a pranzo:))
    ottimo piatto!
    buon fine settimana, Vale

    RispondiElimina
  8. guauuuu, che bello, voglio un piatto, per favore!

    RispondiElimina
  9. Ciao Gianni...ma sai che ho appena postato proprio oggi gli ossobuchi in gremolada? é' un piatto di stagione splendido!!! Complimenti per la tua presentazione!

    RispondiElimina
  10. Li mangiavo sempre da piccola! Ero golosa del contenuto del "buco"! che nostalgia!

    RispondiElimina
  11. ciao gianni... un gan bel piattino perfetto per la stagione!!! sono comasca e ti dico che ti è venuto proprio bene!!!!
    buona serata

    RispondiElimina