domenica 13 maggio 2012

CARPACCIO DI CODA DI ROSPO CON PESTO DI ROSE


AUGURI A TUTTE LE MAMME
Innanzi tutto devo scusarmi.
Avrei voluto pubblicare questo post questa mattina ma non sono proprio riuscito a farlo.
Comunque dedico lo stesso questa ricetta a tutte le visitatrici di questo blog e che sono mamme.
La dedico soprattutto alla mia di mamma ringraziandola per tutto quello che ha sempre fatto e continua a fare per me, mia sorella e mio fratello.



















Gliela dedico perché le rose sono tra i suoi fiori preferiti e perché, sicuramente, non ha mai pensato che potessero fare parte di un piatto.
Infine questa ricetta l'ho pensata e realizzata quando ho letto che l'ultimo tema lanciato da Stefania di Cadamomo & Co. per il contest delle (st)Renne erano i fiori.
Era un po' di tempo che volevo partecipare ma per un motivo o per l'altro non mi era stato possibile. Ora, proprio in extremis, ci sono riuscito.
Per realizzare il pesto di rose ho utilizzato delle rose inglesi di David Austin che ho nel mio giardino e che hanno un profumo straordinario. Profumo che è stato trasmesso al pesto e, di conseguenza, anche al piatto.







Con questa ricetta partecipo al contest di Cardamomo & Co. - Le (st)Renne Gluten Free



INGREDIENTI (per 4 persone)

600 g di coda di rospo a fette
3 rose (io rose inglesi grandi)
Olio extra vergine d'oliva
Olio di Argan
1 limone
1 arancia rossa
Sale
Pepe bianco

PREPARAZIONE
Spremere il limone e l'arancia e filtrare il succo.
Prendere le fette di coda di rospo, eliminare la spina centrale, lavarle ed asciugarle quindi tagliare in orizzontale delle fettine il più possibile sottili.
Stendere su di un piano un foglio di pellicola ed adagiarvi le fettine tenendole un pochino distanziate tra di loro. Coprire con un altro foglio di pelliccola e, con un batticarne piatto, premere delicatamente fino ad ottenere uno spessore uniforme.
Stendere su un vassoio le fettine così ottenute in un unico strato, salare leggermente, pepare ed irrorare con il succo degli agrumi.
Coprire con una pellicola e lasciare marinare in frigorifero per un ora.
Togliere i petali alle rose e sciacquarli velocemente con acqua fredda quindi asciugarli bene.
In un mortaio versare un cucchiaino di sale grosso, un pochino di pepe ed il petali di rosa.
Premere con il pestello, non occorre battere perché i petali sono delicatissimi, ruotando fino ad ottenere una pasta omogenea; aggiungere un poco di olio EVO e continuare a premere e mescolare. Continuare fino ad ottenere una consistenza abbastanza fluida.



Trascorso il tempo della marinatura eliminare il succo di agrumi, prendere le fettine di coda di rospo ed adagiarle nel piatto.
Versarci sopra un pochino di pesto di rose e metterne un po' anche a lato.
Completare con un filo di olio di Argan e decorare con un bocciolo della stessa rosa e listarelle di scorza di limone.
Stampa il post

12 commenti:

  1. ..Gianni, questo piatto è una poesia
    fantastico, un'idea delicatissima, e poi mi apri un mondo, ai petali a mo' di pesto non ci arrivavo ancora, ma tu sei avantii!

    RispondiElimina
  2. Wow! Conosco bene le rose inglesi, sono le stesse che ho usato anche io e già sento il profumo del tuo pesto...
    Complimentassimo per questa chiccheria!

    RispondiElimina
  3. non ho la più pallida idea di come sia la cucina coi fiori, non so se esserne incuriosita o intimorita, certo che a vedere il risultato viene voglia di provare!

    RispondiElimina
  4. Che dolcezza Gianni, sei unico!

    RispondiElimina
  5. che meravigliosa proposta, molto elegante, molto sensuale!

    RispondiElimina
  6. me parece una receta muy curiosa.fantastica

    RispondiElimina
  7. ciao
    il pesto di rose... che chiccheria!!! mai sentito e devo dire che mi ha stuzzicato parecchio! da segnare e provare!
    baci

    RispondiElimina
  8. I petali nel piatto per me hanno sempre un certo fascino. Stupiscono certo per l'abbinamento con il cibo e poi ci si sofferma a chiedersi come renderli commestibili e in armonia con gli ingredienti. Il tuo piatto è un insieme gradevolissimo, interessante e da provare. La coda di rospo è il mio pesce preferito e averlo reso sottile tipo carpaccio è l'ideale con l'accompagnamento alla rosa. Fantastico Gianni!!
    un bacione,Vale

    RispondiElimina
  9. ..sei avanti, e o posso solo rincorrerti :) intanto ti ringrazio così

    http://essenzaincucina.blogspot.it/2012/05/risotto-alle-fragole-mantecato-al-pesto.html

    un abbraccione, a presto!

    RispondiElimina
  10. Il pesto alle rose è geniale... lo sai, vero? :-D

    RispondiElimina
  11. Ma che meraviglia! Una ricetta talmente delicata che già ne pregusto il sapore! Bravissimo!

    RispondiElimina