domenica 25 novembre 2012

PANE PER TOAST - Metodo Tang Zhong


Il blog Recipe-tionist di novembre e mio successore è Una stella tra i fornelli della carissima Silvia simpaticissima food blogger che ho avuto il piacere di conoscere di persona circa un anno fa in un incontro in Franciacorta.
Come ho detto più volte mi piace molto partecipare a Recipe-tionist e anche questa volta non ho voluto mancare.
Ho guardato tra le ricette di Silvia e, tra le tante, dopo attenta scrematura, dovevo scegliere tra una rosa di sette.
Alla fine ho scelto di realizzare questo pane perché, quando a marzo Silvia ha pubblicato il post, l'avevo letto e lo avevo salvato tra le ricette da fare e perché mi serve giusto per fare anche un'altra preparazione.
Il risultato è andato oltre ogni mia più rosea aspettativa; pane da rifare assolutamente.
L'unica cosa negativa è stato che dopo aver passato l'olio in superficie la stessa si è un po' raggrinzita.








Con questa ricetta partecipo a The Recipe-tionist di Settembre ospitato da Una stella tra i fornelli

INGREDIENTI (stampo da 25 cm)
Per il water roux
30 g di farina
150 ml acqua
Per l'impasto
500 g di farina 0
200 ml latte
150 g di water roux
50 g di burro
1 cucchiaino di zucchero semolato
5 g di sale
5 g di lievito di birra

PREPARAZIONE
Water roux
Versare la farina in un pentolino e, mescolando con la frusta, unire lentamente l'acqua fredda facendo attenzione a non formare grumi.
Mettere il pentolino sul fuoco e portare il composto a 65°. Non è indispensabile un termometro, che infatti non ho usato, perché nell'approssimarsi della giusta temperatura il composto diventerà cremoso, quasi gelatinoso, ed assumerà ua colorazione di bianco lucido.
Raggiunto questo risultato togliere dal fuoco e lasciare intiepidire.
Pane
Sciogliere il lievito nel latte tiepido.
Nel vaso della planetaria versare la farina, lo zucchero, il water roux ed il latte con il lievito.
Azionare la planetaria con il gancio e cominciare ad impastare. Quando si sarà formata una palla aggiungere il burro morbido a pezzettini e, quando si sarà ben amalgamato, aggiungere il sale.
Continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto morbido e liscio.
Togliere l'impasto dal vaso e impastarlo un paio di minuti a mano.
Mettere l'impasto a lievitare, io nel forno a 30°C, per almeno un ora.
Riprendere l'impasto e stenderlo fino a formare un rettangolo quindi arrotolarlo strettamente su se stesso e porlo all'interno di uno stampo da plumcake ben imburrato.
Rimettere l'impasto a lievitare nel forno fino a quando non raggiungerà il bordo dello stampo.
Togliere lo stampo dal forno e portare la temperatura a 200°C quindi infornare lo stampo e cuocere per circa 30 minuti.
Togliere lo stampo dal forno, pennellare la superficie superiore del pane con olio evo, estrarre il pane e farlo raffreddare su una griglia.
Stampa il post

8 commenti:

  1. Gianni carissimo, l'alveolatura di questo pane per toast mi pare alquanto perfetta.
    E si..hai ragione io e Stella ci saremmo rimaste male se questo mese tu non avessi partecipato...buona serata, Flavia

    RispondiElimina
  2. ..è da tanto che lo vedo in circolazione trai blog e ancora mi manca, vedendo questo mi chiedo perché ancora non lo ho fatto?
    Mi sa che è giunta l'ora anche per lui
    Baciii!!

    RispondiElimina
  3. Bellissima ricetta! E' tanto che leggo in giro di questo metodo per panificare...e non mi decido mai a provare!
    Grazie Gianni!!

    RispondiElimina
  4. A questo punto sono curiosa come una biscia di sapere quali sono le altre 6 :-D
    Questo pane mia figlia lo adora e lo faccio almeno una volta la settimana, se non addirittura 2! Sicuramente si è accasciato perchè ha lievitato troppo, infatti a volte lievita anche in una sola ora e allora è da cuocere subito senza aspettare 1 ora e mezza come scritto sulla ricetta!
    Sono proprio contenta vi sia piaciuto, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti accontentata:
      Filetto di persico con crema al limone
      Torta di rose ai frutti di bosco
      Pane cafone
      Finta sfoglia di Adriano
      Ciambellone all'acqua con nocciole
      Sciatt della Valtellina
      E qualcuno lo rifarò sicuro
      Bacioni

      Elimina
  5. Anch'io l'ho messo tra le prove da fare e visto anche il tuo risultato mi sa che gli metterò una bella stellina da provare assolutamente al più presto!!!
    Grande Gianni!!!!

    RispondiElimina
  6. Ma è bellissimo!! fa venire voglia di provare e poi...non posso non pensare al fatto che per pigrizia in casa si faccia troppo poco pane...vero?
    baciiiiiiiiiii

    RispondiElimina