domenica 10 ottobre 2010

TARTARE DI TONNO E FINOCCHI

Questa è una rivisitazione di un piatto mangiato anni fa che ho cercato di rendere più semplice possibile.

Tartare di tonno e finocchi

Con questa ricetta partecipo alla Raccolta di La cucina di Antonella - Menù di Natale


Con questa ricetta partecipo alla Raccolta di Cucina di cotto e spazzolato - Le nostre prime ricette




INGREDIENTI (4 persone)
300-400 g di filetto di tonno fresco
3 finocchi piccoli (sono più teneri)
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
3 cucchiai di succo di limone
rametti di finocchio selvatico
pepe bianco

PREPARAZIONE

Per ricavare la tartare NON tritare assolutamente con apparecchiature elettriche.
Tagliare il filetto in fettine di spessore 3-4 mm.
Tagliare ogni fettina a strisce e dalle strisce ricavare dei dadini.
Battere con il coltello la dadolata ottenuta.
In una ciotola amalgamare tre cucchiai d'olio EVO, un cucchiaio di succo di limone, il finocchio selvatico tritato ed il pepe.
Aggiungere la dadolata di tonno, mescolare bene e lasciare riposare in frigorifero.
Tagliare le fette più tenere dei finocchi e ricavare una dadolata simile a quella del tonno (meglio più piccola che più grossa).
In una ciotola amalgamare due cucchiai d'olio EVO, un cucchiaio di succo di limone ed il pepe.
Aggiungere la dadolata di finocchio, mescolare bene.
Assemblare il piatto ponendo sul fondo dei rametti di finocchio selvatico; posizionare, sovrapponendolo in parte, un coppa pasta (diametro 7-8 cm, altezza 3-4 cm) e riempirlo a metà con la tartare di tonno pressando leggermente per compattarlo; riempire fino all'orlo con la dadolata di finocchio ed estrarre il coppa pasta.
Condire con un giro di olio EVO a crudo.

VINO CONSIGLIATO

Con la presenza dei finocchi risulta difficile abbinare un vino, pertanto consiglio una birra corposa e strutturata tipo una Guinness. Se proprio si vuole il vino consiglio un Chiaretto del Garda.
Stampa il post

1 commento: